Login
 
 

Libreria Consigliata

Family Therapy Sourcebook
by Fred P. Piercy, Douglas H. Sprenkle, Joseph L. Wetchler

A compact introductory text for practitioners, researchers, teachers, and students. Includes core concepts and clinical techniques; a glossary of essential terms and ideas; an annotated bibliography; a consumer's guide to the best teaching media; and classic and state-of- the-art information on foundational issues related to theory, research, and practice. The authors also present experiential learning exercises for educators, delineate key concepts, and clarify complex issues.

Ordina...


Family Therapy: A Systemic Integration
di Dorothy Stroh Becvar, Raphael J. Becvar


Piu' informazioni...


Essential Skills in Family Therapy : From the First Interview to Termination (Guilford Family Therapy Series)
di Joellen Patterson (Editor), Lee Williams, Jo Ellen Patterson, Larry Chamow, Claudia Grauf-Grounds


Piu' informazioni...


Case Studies in Couple and Family Therapy : Systemic and Cognitive Perspectives (Guilford Family Therapy Series)
di Frank M. Dattilio (Editor), Marvin R. Goldfried (Introduction)

Piu' informazioni...


Close Encounters : A Relational View of the Therapeutic Process
di Robert Winer 

Piu' informazioni...

 Vai alla Libreria/Biblioteca:

Sezione Specialistica
• Mediazione Familiare
Sezione Per Tutti
• Coppia/Matrimonio

 

 

Altri Temi Correlati

Vedi anche:

  • Corso Speciale in T.F.R. Per Psicoterapeuti gia' Formati Telefonare! 055 577280

 

 
Corsi e percorsi di formazione

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA FAMILIARE E RELAZIONALE

Riconosciuto dal MURST con D.M. n° 85 20/03/1998 (retroattivo dal 1994)

pubblicato nella G.U.N.92 del 21/04/98 -  (art. 3 - Legge 56/89)

Il Corso di Specializzazione si articola in due bienni per quattro anni complessivi.

Il primo propedeutico è teso a fornire agli allievi una preparazione di base ed una conoscenza approfondita della diagnostica e della psicopatologia relazionale; il secondo, invece, più clinico applicativo, è finalizzato alla comprensione del processo terapeutico nelle sue diverse fasi ed articolazioni ed all'applicazione clinica del modello di terapia familiare e relazionale nelle più comuni patologie e nei differenti contesti.


Ogni anno si compone di cinquecento ore articolate in:

• MODULO TEORICO di  centoventi ore suddivise in sessanta per la parte generale e sessanta per la parte specifica;

• MODULO RELAZIONALE di duecentocinquanta ore suddivise in centosessanta di lavoro specifico teorico-pratico, personale e clinico, cinquanta di esercitazioni clinico-pratiche guidate da un didatta o da un tutor (Seminario Grandi Autori, Seminario sul Processo Terapeutico, Osservazione guidata di nastri video di terapia etc.) e quaranta di Seminari  su argomenti specifici;

• TIROCINIO di centotrenta ore.

Quest'ultimo viene svolto presso strutture pubbliche operanti nell'ambito della salute mentale, convenzionate con l'ITFF.  Lo scopo è di consentire all'allievo di confrontare il proprio modello di formazione con le domande articolate dell'utenza e di acquisire esperienza di diagnostica clinica e d'intervento in situazione d'emergenza. Ogni allievo viene affidato ad un "Tutor" operante nella struttura pubblica, (quando possibile può essere uno Psicoterapeuta formatosi   all'ITFF) che ha il compito di guidarlo come nel tirocinio.

La scuola e' guidata dal  Comitato Scientifico composto dal Direttore dell'ITFF e dal Direttore della Formazione dell'ITFF e da un Docente Universitario Garante,  coadiuvati da un Consiglio dei Docenti composto dai membri anziani dello Staff Didattico.

Collaborano alla scuola: Docenti Interni, Docenti Esterni, Docenti in formazione e Tutors, Docenti Italiani e Stranieri per i Seminari.

TOTALE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE ORE 2000

In conclusione ci sembra importante sottolineare le caratteristiche principali del nostro modello di formazione:

• La conoscenza approfondita della famiglia di origine di ciascun allievo

• L'uso del gruppo di allievi come laboratorio di esperienze relazionali

• Lo studio del non-verbale e dell’immagine come linguaggio di riferimento

• Lo studio della famiglia normale come "base sicura" per il confronto con quella portatrice di patologia

• Lo studio della Psicopatologia da un punto di vista familiare e relazionale

• La supervisione clinica diretta di almeno due processi terapeutici con coppie o famiglie per ciascun allievo

• La supervisione indiretta sull'attività clinica condotta dall'allievo nel suo ambiente di lavoro

• Il confronto con la realtà dei servizi (nel tirocinio) seguito attraverso i "Tutors"

• Il supporto teorico generale e specifico a quanto sopra scritto

• La fornitura di una bibliografia e videografia guidata adeguata a tutto questo

METODOLOGIA e TEMPI


I corsi hanno inizio ogni anno nel mese di Gennaio. Il Modulo Relazionale (pre-training  e training) si articola in incontri quindicinali di otto ore, sempre lo stesso giorno della settimana. Il Modulo Teorico Parte Specifica (CIOR) si tiene di Sabato una volta al mese. Il Modulo Teorico Parte Generale (Le lezioni teoriche) é riunito in Week-ends lunghi durante l'anno. I seminari sono di Venerdì e/o di Sabato. L'orario delle giornate di lavoro è dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

L'istituto dispone di aule con specchio unidirezionale e strumentazione audiovisiva per la supervisione clinica diretta ed indiretta. Gli studenti potranno accedere alla Biblioteca ed alla Videoteca dell'Istituto per le loro necessità di aggiornamento.

CRITERI di AMMISSIONE

Ai Corsi sono ammessi solo Laureati in Medicina e Chirurgia od in Psicologia iscritti ai rispettivi Albi Professionali (art.3, comma G.1 dell’ Ordinanza del MIUR 16/07/2004, G.U. n. 173 del 26/07/2004) , secondo modalità di selezione psicoattitudinali deliberate dal Consiglio dei Docenti.

Ogni candidato deve presentare una domanda di ammissione al colloquio corredata dalla copia del certificato di laurea, dell’ abilitazione e da un curriculum.

Successivamente al candidato viene comunicato l’appuntamento per il colloquio di selezione della durata di 45 minuti c.a. tenuto dal Direttore della Didattica (ripetuto da un altro didatta nei casi dubbi), e viene valutato il curriculum.

Il colloquio ha lo scopo di valutare la maturità personale del candidato, la sua predisposizione al lavoro con gruppi e famiglie, la sua preparazione di base e quella specifica nell'ottica relazionale, nonché di evidenziare eventuali rischi personali che possano sconsigliare l'ammissione alla formazione, ovvero, suggerire un' opportuna terapia personale prima di accedere alla formazione stessa o durante la medesima.

La terapia personale non è un requisito obbligatorio ma  è un criterio preferenziale di scelta.

Ogni gruppo di Specializzazione è formato da non più di venti allievi.


VALUTAZIONE ANNUALE E FINALE

Il Consiglio dei Docenti delibera le modalità degli esami annuali e nomina, secondo le modalità  ed i criteri stabiliti nel regolamento d' Istituto, una apposita commissione esaminatrice per ciascun anno di corso.

Agli esami annuali non vengono ammessi gli allievi che, dalle risultanze dei registri di Corso e dal Libretto di Formazione personale, abbiano superato il 20% delle assenze, salvo la possibilità di percorsi integrativi alla fine del quadriennio, concordati annualmente con gli interessati.

In ottemperanza al dettato del MIUR non possono essere ammessi al secondo biennio gli allievi che non abbiano completato il monte ore del tirocinio del primo biennio pari a 260 ore.

Gli esami annuali sono teorico-pratici. La valutazione delle acquisizioni teoriche é relativa sia agli insegnamenti teorici seguiti dall' allievo, sia alla teoria della clinica in indirizzo psicoterapeutico specifico dell' istituto. La valutazione pratica é relativa alle acquisizioni di una adeguata competenza professionale nell'indirizzo psicoterapeutico specifico dell' Istituto ed al conseguimento di adeguate competenze relative alla conduzione della relazione interpersonale e specificatamente psicoterapeutica.

Alla prova finale non vengono ammessi gli allievi che, dalle risultanze dei registri di Corso e del Libretto di Formazione personale, hanno superato il 20% delle assenze in una o più aree formative.

L' allievo é ammesso alla prova finale dopo aver consegnato un lavoro di tesi, precedentemente concordato con  un relatore di tesi secondo le modalità ed i criteri stabiliti nel Regolamento d' Istituto, ed un lavoro su un seminario.

La prova finale prevede una parte teorica volta a verificare le acquisizioni teoriche e di teoria della clinica complessivamente impartite nel corso della formazione anche attraverso la discussione, ed alla valutazione critica di un lavoro di tesi più un lavoro su un seminario presentati dall' allievo, ed una parte pratica volta a valutare la acquisita competenza professionale dell' allievo nell'indirizzo psicoterapeutico specifico dell' Istituto; anche relativamente alla conduzione della relazione interpersonale di natura psicoterapeutica ed all'assunzione consapevole della responsabilità etica connessa alla professione di psicoterapeuta ed al rispetto della deontologia professionale. La parte pratica della prova finale prevede, secondo le modalità stabilite nel Regolamento d' Istituto, l'esposizione argomentata di una terapia familiare conclusa dall' allievo e dalla sua équipe con particolare sottolineatura del contesto terapeutico in cui ha avuto luogo il contratto,  dell' ipotesi diagnostica che ha orientato le scelte terapeutiche sia sul versante individuale del paziente che nell' analisi delle risorse e dei limiti del sistema familiare. L' elaborato scritto potrà essere accompagnato da una videoregistrazione attestante i passaggi significativi del processo terapeutico.

Inoltre l’allievo dovrà superare una prova pratica clinica  consistente in un commento (sempre scritto) che segue all'osservazione di una prima seduta familiare videoregistrata. L'allievo deve rispondere ai seguenti quesiti sulla seduta osservata: 1°) Quale diagnosi relazionale - 2°) Quale trattamento <Progetto, obiettivi, descrizione di probabile processo terapeutico> - 3°) Quale prognosi - 4°) Quali difficoltà personali l'allievo pensa che avrebbe con quella famiglia se fosse il terapista.

Tali elaborati verranno discussi pubblicamente dalla Commissione di Tesi che il Consiglio dei Docenti nominerà all'uopo composta da almeno tre Docenti principali, di cui uno di un altro Istituto affine.

La Valutazione Finale sarà espressa in 90esimi e verrà riportata sul Diploma di Specializzazione.

Al termine del Corso, dopo il superamento della prova finale, viene rilasciato all' allievo il Diploma di Specializzazione in Psicoterapia Familiare e Relazionale ad indirizzo relazionale sistemico, legittimante l'esercizio dell' attività psicoterapeutica.

Il Diploma, in unico originale, é firmato dai Responsabili della scuola ed é registrato e numerato su apposito registro.

DOPO LA SPECIALIZZAZIONE

Dopo il Corso alcuni allievi vengono ammessi alla Supervisione Diretta, che prosegue in gruppi di due con una coppia di supervisori, ciascuno per un ciclo di un anno e mezzo circa (128 ore). I supervisori sono i didatti anziani dell' ITFF. Tuttavia possono essere scelti anche supervisori di altri Istituti riconosciuti dalla SITF, concordando il programma con il Direttore dell'ITFF. Ogni allievo segue direttamente almeno una famiglia, per un intero processo, con ciascun supervisore ed osserva quella seguita dal collega.

Gli allievi in supervisione hanno l'obbligo di seguire almeno cinque seminari all'anno (quaranta ore) e partecipano ad un incontro annuale di due giorni su temi clinici a loro riservato.  Al termine di ogni ciclo viene richiesto un elaborato scritto o un montaggio video sul processo terapeutico terminato.

Al termine viene rilasciato un'attestato di supervisione, firmato dai gestori, numerato e registrato in apposito albo.

Gli ex allievi possono sempre, comunque,  richiedere consulenze, consultazioni, supervisioni indirette, etc. al servizio clinico dell' ITFF.

Quest'ultimo, composto dai didatti anziani e supervisori e da altri terapisti, è attivo nella stessa sede in giorni diversi.


SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA FAMILIARE E RELAZIONALE

dell' ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI FIRENZE

Riconosciuta  dal  M.U.R.S.T. il 05/11/1994 - D.M. 20/03/1998 - G.U. n.92 del 21/04/1998


Consulente Scientifico: Prof. Maurizio FERRARA

Staff  didattico:  

Rodolfo de  BERNART, Cristina  DOBROWOLSKI,

Katia GIACOMETTI, Francesca VANON, Lilia GAGNARLI,

Luca PAPPALARDO, Giancarlo FRANCINI, Silvia MUGNAINI, Monica PRATELLI, Gianpaolo LOMBARDI.

Nicoletta Bucchi, Elena Gargano, Nora Nelli, Margherita Riccio,  Roberto Righi, Federica Sforzi,


Staff didattico esterno Italia:

Alfredo Ancora (Roma), Maurizio Andolfi (Roma), Cono Aldo Barnà (Roma), Paolo Bertrando (Milano), Alessandro Bianchi (Firenze), Gianluca Bocchi (Milano), Saro Brizzi (Firenze), Francesco Canevelli (Roma), Maurizio Cantale (Firenze), Paolo Castrogiovanni (Pisa),  Mauro Ceruti (Bergamo), Vittorio Cigoli (Milano), Lorenzo Cionini (Firenze), Silvia Ciotti (Firenze), Stefano Cirillo (Milano), Antonello Correale (Roma), Carlo Faravelli (Firenze), Andrea Ferrero (Firenze), Paolo Franchini (Modena), Laura Fruggeri (Parma), Daniela Giommi (Firenze), Roberta Giommi (Firenze), Giovanni Guerra (Firenze), Camillo Loriedo (Roma), Gianmarco Manfrida (Firenze), Mauro Mariotti (Modena),  Maria Grazia Martinetti (Firenze), Emilia Mastropaolo (Genova), Sergio Moravia (Firenze), Daniela Maria Pajardi (Urbino), Rolando Paterniti (Firenze), Patrizia Patrizi (Sassari),  Mario Reda (Siena), Massimo Rosselli (Firenze), Mario Rossi Monti (Firenze),  Francesco Rovetto (Parma), Mario Santini (Firenze), Piergiorgio Semboloni (Genova, Monica Toselli (Firenze), Alberto Vito (Napoli), Graziella Fava Viziello (Padova), Michele Zappella (Siena),  Alberto Zucconi (Roma).

Staff didattico esterno Estero:

Alain Ackermans (Bruxelles), Karl Eia Asen (Londra), Philippe Caillè (Francia), Alfredo Canevaro (Buenos Aires), Patricia Crittenden (USA), Hugh Jenkins (Londra), Annette Kreuz Smolinski (Valencia), Julian Leff (Londra), Juan Luis Linares (Barcelona), Richard Mollica (USA), Robert Neuburger (Parigi),  Chantal Van Cutsem (Bruxelles)

INFORMAZIONI

MARIA  ALBERTA  BIANCHI - tel. 055 577280: 10,00-16,00 - fax 055 5002254 - mail: marialbertab@itff.it

1° ANNO ORE 500

Obiettivi del 1° anno sono: la conoscenza del funzionamento e dell'evoluzione della famiglia "normale"; lo studio delle dinamiche familiari durante le fasi del ciclo vitale; la comprensione della trasmissione trigenerazionale dei modelli relazionali familiari; l' apprendimento dei principi fondamentali dell'osservazione in chiave relazionale delle dinamiche interpersonali della famiglia; la conoscenza delle teorie e delle tecniche della dinamica di gruppo; l'apprendimento dei principi fondamentali della Teoria e della Pragmatica della Comunicazione umana; l'apprendimento di tecniche per la conduzione del colloquio diagnostico e psicoterapico con individuo , coppia e famiglia.

MODULO TEORICO TOTALE ORE 120

Parte Generale (Docenti esterni) :

• Psicologia Generale

• Psicologia dell'età evolutiva

• Psicopatologia Generale

• Psicodiagnostica Clinica

• Epistemologia, Docente

• Metodi e Tecniche Psicodiagnostiche

• Letture Guidate da Tutors

Parte Specifica (CIOR 1°) (Docenti Interni)

Psicodinamica dello Sviluppo e delle Relazioni Familiari,

• Obiettivi: Raggiungimento di una buona conoscenza del funzionamento e della evoluzione della famiglia normale e dei suoi membri nel loro ciclo vitale individuale e familiare.Ampliamento del concetto di normalità.

• Metodi: Genogramma fotografico del singolo allievo, uso di videofilm, interviste geografico storiche con le famiglie degli allievi, bibliografia ragionata.

• Valutazione dei Risultati: Tesina , Esame orale su video muto.

Teoria e Tecnica dell'Osservazione Relazionale.

• Obiettivi: Acquisizione della capacità di osservazione delle dinamiche relazionali.

• Metodi:  Lezioni teoriche , esercitazioni su video-film, simulazioni di interviste con famiglie normali.

• Valutazione dei risultati: Costruzione di un'ipotesi relazionale dopo l'osservazione di un video muto.

Teoria e Tecnica della Comunicazione Umana.

• Obiettivi : Apprendimento dei principi fondamentali della comunicazione umana.

• Metodi:  Lezioni teoriche, Bibliografia, esercitazioni pratiche.

• Valutazione dei risultati: Tesina.

Letture guidate da Tutor

MODULO RELAZIONALE (PRE-TRAINING - DOCENTI INTERNI) TOTALE ORE 250

Teoria e Tecnica delle Dinamiche dei Gruppi in apprendimento

• Obiettivi: Comprensione delle dinamiche relazionali di un gruppo.

• Metodi:  Dinamica di gruppo; Studio delle funzioni relazionali nel gruppo e delle loro modificazioni.

• Valutazione dei risultati:  Tesina.

Teoria e Tecnica delle dinamiche Trigenerazionali della Famiglia

• Obiettivi: Comprensione della trasmissione trigenerazionale dei modelli di relazione e di comunicazione sia nella famiglia dell'allievo che in quelle in trattamento.

• Metodi: Genogrammi e Sculture familiari; visione di video-nastri di clinica; Osservazione dal vivo, attraverso lo specchio unidirezionale di consulenze familiari e di consultazioni diagnostiche effettuate dal didatta.

•        Valutazione dei risultati:  Supervisione indiretta di almeno un caso clinico per ciascun allievo.

Teoria e Tecnica del Colloquio Relazionale

• Obiettivi: Approfondimento di tecniche per l'intervista con individui, coppie e famiglie, di metodiche per la formulazione delle domande e per la costruzione di un'ipotesi relazionale sulla funzione del sintomo. Apprendimento di metodiche differenziate per la costruzione della relazione terapeutica con individuo, coppia e famiglia, con bambino, adolescente ed adulto.

• Metodi:  Lezioni teoriche, Bibliografia, Visione di nastri video di clinica, Simulazione di primi colloqui, condotti dall'allievo, con registrazione video ed analisi clinica del materiale registrato.

•  Valutazione dei risultati: Supervisione indiretta di casi dell'allievi, tramite materiale audio o video registrato o protocolli di seduta.

SEMINARI (Programma Annuale di almeno 5). 
Sono tenuti da Docenti interni ed esterni, Italiani e Stranieri, scelti annualmente. Vertono su temi clinici o teorici importanti e nuovi. Hanno lo scopo di aggiornare gli allievi sugli ultimi sviluppi di teorie o tecniche, di fare il punto su temi importanti, di confrontare l'approccio teorico-clinico dell'ITFF con quello di altre scuole di terapia familiare o di altre forme di psicoterapia.

ESERCITAZIONI pratico cliniche con Tutor :

Seminario Grandi Autori, Seminario Processo Terapeutico, Osservazione di Videonastri di clinica guidata da Tutor, etc.

TIROCINIO (CONVENZIONE CON SERVIZI PUBBLICI)  TOTALE  ORE 130

2° ANNO ORE 500

Obiettivi del 2° anno sono: la comprensione  del processo diagnostico e la capacità di formulare un'ipotesi relazionale che colleghi la funzione del sintomo all'interno del sistema, con  le dinamiche intrapsichiche e trigenerazionali; la conoscenza di quadri psicopatologici della coppia e della famiglia con bambini. In questo anno l'allievo diventa inoltre attivo , e intervista la sua prima famiglia con la supervisione diretta del didatta.

MODULO TEORICO TOTALE ORE 120

Parte Generale (Docenti esterni) :

•  Psicologia Generale

•  Psicologia dell'età evolutiva

•  Psicopatologia Generale

•  Psicodiagnostica Clinica

•  Epistemologia, Docente

•  Metodi e Tecniche Psicodiagnostiche

•  Letture Guidate da Tutors

Parte Specifica (CIOR 2°) (Docenti Interni)

Psicodinamica dello Sviluppo e delle Relazioni Familiari:

•  Obiettivi:  Raggiungimento di una buona conoscenza del funzionamento e della evoluzione della famiglia normale e dei suoi membri nel loro ciclo vitale individuale e familiare.Ampliamento del concetto di normalità.

•  Metodi:  Genogramma fotografico del singolo allievo , uso di videofilm, interviste geografico storiche con le famiglie degli allievi, bibliografia ragionata.

•  Valutazione dei Risultati: Tesina ., Esame orale su video muto.

Teoria e Tecnica dell'Osservazione Relazionale:

•  Obiettivi: Acquisizione della capacità di osservazione delle dinamiche relazionali.

•  Metodi:  Lezioni teoriche , esercitazioni su video-film, simulazioni di interviste con famiglie normali.

•  Valutazione dei risultati: Costruzione di un'ipotesi relazionale dopo l'osservazione di un video muto.

Teoria e Tecnica della Comunicazione Umana:

•  Obiettivi : Apprendimento dei principi fondamentali della comunicazione umana.

•  Metodi:  Lezioni teoriche, Bibliografia, esercitazioni pratiche.

•  Valutazione dei risultati: Tesina.

Letture guidate da Tutor

MODULO RELAZIONALE (1° TRAINING - DOCENTI INTERNI) TOTALE ORE 250

Elementi di Diagnostica Relazionale:

•  Obiettivi: Acquisizione  di una capacità diagnostica relazionale; costruzione di un'ipotesi sulle funzioni del sintomo, collegamento della stessa ai modelli familiari trigenerazionali di relazione e comunicazione.

•  Metodi: Clinica familiare, individuale e di coppia condotta dall'allievo, con supervisione diretta attraverso lo specchio unidirezionale effettuata dal didatta. Supervisione indiretta su casi dell'alievo. Bibliografia .

• Valutazione dei risultati: Formulazione scritta di un'ipotesi diagnostica su una prima seduta videoregistrata o osservata attraverso lo specchio.

Psicopatologia delle dinamiche di coppia :

• Obiettivi: acquisizione dei principali quadri patologici propri del sistema coppia (problematiche di comunicazione, sessuali, relative a crisi e/o a separazione e divorzio, etc.)

•  Metodi: Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.

•  Valutazione dei risultati: Test su video-nastri, Supervisione indiretta.

Psicopatologia delle dinamiche familiari 1° : Età Evolutiva:

•  Obiettivi: Conoscenza dei pricipali quadri psicopatologici della famiglia con bambini (Enuresi, fobie scolari, disturbi del comportamento, disturbi psicosomatici, nevrosi , psicosi infantili, autismo, etc.)

•  Metodi: Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.

•  Valutazione dei risultati: Test su video-nastri, Supervisione indiretta.

Teoria e Tecnica della Clinica Relazionale:

•  Obiettivi: Approfondimento della metologia clinica con individuo, coppia e famiglia. Comprensione dei concetti

•  di : contratto, progetto, setting e processo.

•  Metodi:  Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.Simulazioni videoregistrate e riesaminate.

•  Valutazione dei risultati: Analisi di video-nastri dell'allievo, Supervisione  dirette ed indiretta della clinica dell'allievo.

SEMINARI (Programma Annuale di almeno 5).
Sono tenuti da Docenti interni ed esterni, Italiani e Stranieri,   scelti annualmente. Vertono su temi clinici o teorici importanti e nuovi. Hanno lo scopo di aggiornare gli allievi sugli ultimi sviluppi di teorie o tecniche, di fare il punto su temi importanti, di confrontare l'approccio teorico-clinico dell'ITFF con quello di altre scuole di terapia familiare o di altre forme di psicoterapia.

ESERCITAZIONI pratico cliniche con Tutor

Seminario Grandi Autori, Seminario Processo Terapeutico, Osservazione di Videonastri di clinica guidata da Tutor, etc.

TIROCINIO  (CONVENZIONE CON SERVIZI PUBBLICI)    TOTALE ORE 130

3° ANNO ORE 500

Obiettivi del 3° anno sono: Conoscenza della teoria generale della psicoterapia e dei diversi modelli psicoterapici; conoscenza della storia e dell'evoluzione della terapia familiare, dei suoi differenti indirizzi (strategico, strutturale, psicoanalitico, simbolico esperienziale), delle scuole ad essi correlate in Italia e all'estero. L'allievo continua inoltre a sperimentersi nella clinica con supervisione diretta, ed impara ad osservare il sistema terapeutico ed a formulare un progetto, stabilire un contratto, condurre un processo terapeutico. I quadri psicopatologici studiati in questa fase sono quelli correlati con l'adolescenza.

MODULO TEORICO TOTALE ORE 120

Parte Generale  (Docenti esterni):

• Approccio Psicodinamic

•  Psicologia Analitica - Versante Psicologico e Versante Psichiatrico

•  Approccio Cognitivo -Costruttivista - Versante Psichiatrico e Versante Psicologico

•  Approccio Adleriano

•  Approccio Familiare e Relazionale

•  Letture guidate da Tutor

Parte Specifica (Docenti Esterni ed Interni):

•  Approccio Milanese - Conversazione, Versante Psicologico e di ricerca e Versante NeuroPsichatrico Infantile

•  Approccio Milanese - Teoria dei Giochi

•  Scuola  Strutturale

•  Approccio Psicogiuridico

•  Approccio Gruppale

•  Letture guidate da Tutor

MODULO RELAZIONALE (2° TRAINING - DOCENTI INTERNI) TOTALE ORE 250

Teoria e Tecnica dell'Osservazione del Sistema Terapeutico:

• Obiettivi: Osservazione del terapeuta come parte del  sistema di osservazione (seconda Cibernetica). Riconoscimento ed elaborazione delle emozioni e dei sentimenti del terapeuta nella relazione con la famiglia, con la coppia e con

l'individuo in trattamento.

•  Metodi: Bibliografia; lezioni teoriche; supervisione ed elaborazione della clinica diretta ed indiretta, in rapporto alla persona ed alla famiglia d'origine del terapeuta, tenendo conto della sua esperienza nel gruppo di formazione.

•  Valutazione: Capacità di riflessione dell'allievo sui processi clinici e sul proprio coinvolgimento negli stessi, valutata attraverso colloqui orali e tesine scritte.

Psicopatologia delle dinamiche familiari 2°: L'adolescenza:

•  Obiettivi: Conoscenza dei pricipali quadri psicopatologici della famiglia con adolescenti (Anoressia, Bulimia, Psicosi, Personalità Borderline, Tossicodipendenza  etc.)

•  Metodi: Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.

•  Valutazione dei risultati: Test su video-nastri, Supervisione indiretta.

Psicopatologia delle dinamiche individuali in un'ottica sistemica:

•  Obiettivi: Approfondimento della metologia clinica con l'individuo, con particolare attenzione alle tecniche specifiche dell'intervento individuale sistemico.

•  Metodi: Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.Simulazioni videoregistrate e riesaminate.

•  Valutazione dei risultati: Analisi di video-nastri dell'allievo, Supervisione dirette ed indiretta della clinica dell'allievo.

Teoria e Tecnica della Relazione Terapeutica:

•  Obiettivi: Acquisizione della capacità di costruzione, mantenimento e risoluzione della relazione terapeutica con la famiglia. Comprensione degli specifici aspetti dei trattamenti individuali, familiari e di coppia.

•  Metodi: Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.

•  Valutazione dei risultati: Test su video-nastri, Supervisione indiretta.

SEMINARI (Programma Annuale di almeno 5).
Sono tenuti da Docenti interni ed esterni, Italiani e Stranieri, scelti annualmente. Vertono su temi clinici o teorici importanti e nuovi. Hanno lo scopo di aggiornare gli allievi sugli ultimi sviluppi di teorie o tecniche, di fare il punto su temi importanti, di confrontare l'approccio teorico-clinico dell'ITFF con quello di altre scuole di terapia familiare o di altre forme di psicoterapia.

ESERCITAZIONI pratico cliniche con Tutor:

Seminario Grandi Autori, Seminario Processo Terapeutico, Osservazione di Videonastri di clinica guidata da Tutor, etc.

TIROCINIO  (CONVENZIONE CON SERVIZI PUBBLICI)    TOTALE  ORE 130

4° ANNO ORE 500

Obiettivi del 4° Anno sono: l'acquisizione della capacità di condurre in piena autonomia un processo terapeutico completo attraverso lo studio del Sé del terapeuta, delle sue specifiche modalità nel mettersi in  relazione con la famiglia ed  il  paziente in trattamento, e della sua capacità di modulare la distanza emotiva nella relazione terapeutica

MODULO TEORICO TOTALE ORE 120

Parte Generale  (Docenti esterni):

•  Approccio Centrato sulla Persona

•  Sessuologia

•  Psicosintes

•  Approccio Psicoterapia Funzionale Corporea 

•  Approccio Psicoanalisi Interpersonale NeoFreudiano

•  Letture guidate da Tutor

Parte Specifica  (Docenti Esterni ed interni)

•  IPR (Loriedo-Vella)

•  Scuola Trigenerazionale (Andolfi - Saccu)

•  Approccio Psicoanalitico

•  Terapia Individuale Sistemica

•  Letture guidate da Tutor

MODULO RELAZIONALE (3° TRAINING - DOCENTI INTERNI) TOTALE ORE 250

Teoria e Tecnica del Processo Terapeutico:

•  Obiettivi: Capacità di formulare un progetto terapeutico; conoscenza di tempi, fasi ed obiettivi intermedi del processo terapeutico. Capacità di valutazione dei risultati raggiunti, dei tempi e delle modalità idonee alla conclusione della terapia.

•  Metodi: Elaborazione del lavoro clinico seguito in supervisione diretta ed indiretta.

• Valutazione:  Valutazione della attività clinica nella supervisione diretta  ed indiretta da parte del didatta. Presentazione  di una Tesi su un processo completato.

Psicopatologia delle dinamiche familiari 3°: L'età adulta:

• Obiettivi: Conoscenza dei pricipali quadri psicopatologici della famiglia con adulti (Anoressia, Bulimia, Psicosi, Personalità Borderline, Tossicodipendenza  , Nevrosi, Depressione, Disturbi Psicosomatici, etc.)

•  Metodi: Lezioni teoriche, Bibliografia, Clinica condotta dall'allievo con supervisione diretta o indiretta, video-nastri di processi clinici condotti dai didatti.

•  Valutazione dei risultati: Test su video-nastri, Supervisione indiretta.

Principi di Applicazione dell'ottica relazionale nei Sistemi allargati   ore 40

•  Obiettivi:  Conoscenza delle possibilità di applicazione dell'ottica relazionale nei diversi sistemi: Servizi Pubblici quali Consultori, SIM, SERT, Ospedali generali, Ambulatori, Scuole, Comunità Terapeutiche, Gruppi di lavoro, etc.

•  Metodi:  Lezioni teoriche, Bibliografia, Supervisione indiretta su situazioni proposte dagli allievi.

• Valutazione: Tesina.

Elementi di Supervisione  e Consulenza Relazionale:

• Obiettivi:  Apprendimento di tecniche di Supervisione e Consulenza Sistemico Relazionale.

•  Metodi:  Lezioni teoriche, Bibliografia, Supervisione indiretta su situazioni proposte dagli allievi. Riflessione sul sistema di supervisione osservato nella clinica diretta  ed indiretta e nella valutazione dei casi.

•  Valutazione:  Diretta nella clinica, indiretta nella discussione dei casi.Tesina.

SEMINARI (Programma Annuale di almeno 5)
Sono tenuti da Docenti interni ed esterni, Italiani e Stranieri, scelti annualmente. Vertono su temi clinici o teorici importanti e nuovi. Hanno lo scopo di aggiornare gli allievi sugli ultimi sviluppi di teorie o tecniche, di fare il punto su temi importanti, di confrontare l'approccio teorico-clinico dell'ITFF con quello di altre scuole di terapia familiare o di altre forme di psicoterapia.

ESERCITAZIONI pratico cliniche con Tutor

Seminario Grandi Autori, Seminario Processo Terapeutico, Osservazione di Videonastri di clinica guidata da Tutor, etc.

TIROCINIO  (CONVENZIONE CON SERVIZI PUBBLICI)     TOTALE ORE 130

MODALITA’ E COSTI**  DI ISCRIZIONE ANNO 2017

Colloquio di selezione:    45 minuti ca.: Euro 60,00 (esente IVA ai sensi art. 10, n. 18 del D.P.R. 633/72 e successive modificazioni ed integrazioni)

Iscrizione all' ITFF:  Euro 270,00  per ciascun anno (esente IVA ai sensi art. 10, n. 20 del D.P.R. 633/72 e successive modificazioni ed integrazioni)

Corso di Specializzazione:   Euro 4000,00 per ciascun anno (pagabili in 10 quote mensili di Euro 400,00)
(esente IVA ai sensi art. 10, n. 20 del D.P.R. 633/72 e successive modificazioni ed integrazioni)


ATTENZIONE

**I costi indicati sono validi per l'anno di riferimento, potranno pertanto subire
aumenti determinati dall' inflazione, che saranno comunque calcolati in base all’
indice ISTAT

Scheda di iscrizione Word Document

INFORMAZIONI

MARIA ALBERTA BIANCHI: Tel. 055 577280 dalle 10,00 alle 16,00 -  Fax 055 5002254

marialbertab@itff.it

Copyright (c) ITFF 2008